Aleppo: violato il cessate il fuoco

Ripresi i combattimenti ad Aleppo, in Siria. La tregua in quella che era la capitale economica del paese è un ricordo lontano. I mezzi d’informazione locali hanno dichiarato che i ribelli hanno bombardato una moschea nella zona di Bab al Faraj, controllata dall’esercito, uccidendo otto persone.

 Il 27 aprile almeno 14 pazienti e tre dottori sono morti in un bombardamento sulla struttura, dichiara Medici Senza Frontiere. Le bombe hanno colpito anche un quartiere residenziale, uccidendo tre civili. La zona colpita è controllata dai ribelli. Secondo il dipartimento di stato statunitense è stato il regime siriano a condurre il raid. L’inviato speciale delle Nazioni Unite per la Siria, Staffan de Mistura, ha invitato le parti in conflitto a rispettare il cessate il fuoco.

Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, nell’ultima settimana sono morti più di 250 civili, tra cui almeno quaranta bambini. Il segretario di stato americano John Kerry è a Ginevra per cercare di salvare la tregua ed estenderla anche ad Aleppo. Il quotidiano israeliano Ha’aretz parla di nuovi attacchi con le armi chimiche compiuti dal governo siriano contro il gruppo Stato islamico.

Fonti: http://www.internazionale.it/

 

Print Friendly, PDF & Email

No comments.

Leave a Reply