Corte di Strasburgo: il divieto di indossare il velo integrale non viola i diritti umani

Il divieto di indossare veli che coprono parzialmente o totalmente il viso non viola il diritto al rispetto delle vita privata e della libertà di pensiero, coscienza e religione delle donne e non è un atto discriminatorio.

A stabilirlo è la Corte europea dei diritti umani in risposta a tra donne di religione musulmana che avevano fatto ricorso contro le leggi municipali e nazionali sull’uso del niqab emanate in Belgio nel 2008 e nel 2011.
La Corte di Straburgo, dunque, ha stabilito che il divieto di utilizzare il velo per coprire in tutto o in parte il proprio viso nei luoghi pubblici è giustificabile dalla volontà di garantire le condizioni migliori del vivere assieme in società.

Secondo i giudici europei lo Stato belga ha semplicemente voluto limitare una pratica che considera incompatibile con la sua società e la possibilità di comunicazione interpersonale.

 

La redazione

Photo © lefigaro.fr

No comments.

Leave a Reply


2 × 6 =