Emergenza Siria: due nuovi naufragi al largo delle coste turche

Salvate solo 3 persone, almeno 11 sono morte all’alba nel naufragio di un barcone di migranti nel mar Egeo al largo della costa turca di Dikili, nella provincia di Smirne.
In un secondo naufragio sempre al largo della provincia turca di Balikesir, sempre a nord di Smirne, sono morti altri 22 migranti.

Sono circa 30 mila i siriani in fuga da Aleppo che premono al confine tra Siria e Turchia.
Davutoglu ha dichiara che l’Occidente non può aspettarsi che la Turchia sopporti con successo da sola il fardello dei profughi, anche perchè sulla zona di Aleppo sono in corso i bombardamenti russi che affiancano i militari siriani del presidente Bashar al-Assad. La frontiera tra il nord-ovest della Siria e la Turchia al momento resta chiusa.

Turkish-refugee-camp-001La città turca alla frontiera con la Siria ospita un numero di rifugiati pari alla sua popolazione. Tanto che il vice-leader del partito di governo turco Akp, Ayhan Sefer Ustun ha presentato al comitato di Oslo la sua candidatura al premio Nobel per la Pace, descrivendo Kilis come un modello di accoglienza per le città europee. “La popolazione di Kilis è di 129 mila abitanti e ospita 120 mila siriani”.

Fonti: http://www.repubblica.it

Print Friendly, PDF & Email

No comments.

Leave a Reply