Il premio Sakharov all’opposizione venezuelana

Il Premio Sakharov 2017 per la libertà di pensiero sarà assegnato all’opposizione democratica in Venezuela. L’ha deciso la conferenza dei presidenti del Parlamento europeo, che consegnerà il premio a Strasburgo il prossimo dicembre all’Assemblea Nazionale e tutti i prigionieri politici, come elencati dal Foro Penal Venezuelano e rappresentati da Leopoldo Lopez, Antonio Ledezma, Daniel Ceballos, Yon Goicoechea, Lorent Saleh, Alfredo Ramos e Andrea Gonzalez.

Lo scorso marzo la Corte suprema venezuelana ha tolto il potere legislativo all’Assemblea nazionale eletta democraticamente. I prigionieri politici, ormai, sono oltre seicento secondo l’ultima relazione del Foro Penal Venezolano, organizzazione impegnata nella difesa dei diritti umani.

Il premio, dedicato alla memoria dello scienziato sovietico e dissidente politico Andrej Sakharov, è stato istituito nel 1988 per onorare persone e associazioni che si sono distinte per la difesa dei diritti umani.

Il presidente del Parlamento Antonio Tajani ha espresso il “totale sostegno dell’Assemblea Nazionale del Venezuela, eletta democraticamente” lanciando un appello “per la transizione pacifica verso la democrazia.”

 

 

No comments.

Leave a Reply


9 × 7 =