Italia: In sei città partirà la sperimentazione del taser in dotazione alle forze dell’ordine

In Italia è iniziata la sperimentazione delle pistole elettriche, i “taser”: le città coinvolte sono Milano, Brindisi, Caserta, Catania, Padova e Reggio Emilia, mentre in una seconda fase si andrà a regime

E’ un’arma non letale: utilizza l’elettroshock per paralizzare i movimenti facendo contrarre i muscoli di chi viene colpito.
Dall’ONU, nel 2007, l’arma è stata giudicata uno strumento di tortura: secondo Amnesty International ha causato centinaia di morti negli Stati Uniti (più di 800 dal 2001) dove l’azienda Taser International – che ha associato le morti anche ai problemi cardiaci dei soggetti colpiti – ha recentemente deciso di cambiare nome, per modificare la propria immagine associata sempre più spesso alle morti delle persone su cui era stato usato un taser.

L’ipotesi di utilizzare il taser era stata valutata già nel 2014 quando, con Angelino Alfano al ministero dell’Interno, era stato approvato un emendamento dentro al decreto legge sulla sicurezza negli stadi per avviarne la sperimentazione da parte dei reparti mobili.

Per la legislazione italiana il taser è un’arma propria, ma non da fuoco: può essere venduta a persone con porto d’armi, ma non può essere portata in giro per nessun motivo.

Fonte: https://www.ilpost.it/

 

Print Friendly, PDF & Email

No comments.

Leave a Reply