Mediterranea denuncia: due imbarcazioni di migranti respinte in Libia

Non è questa l’Europa dei diritti, delle libertà e della democrazia, che sogniamo e per cui ci continueremo a battere, in mare e sulla terraferma“- ha affermato l’Ong in una dichiarazione dell’ultim’ora.

Mediterranea_Saving_Humans_Fg

Questo sfogo, verso un’Europa che ancora una volta resta inerme davanti a gravi violazioni dei diritti umani, arriva dopo che due imbarcazioni, con a bordo circa 180 migranti, sono state respinte verso le coste libiche.

Secondo le prime ricostruzioni, sembra infatti che, nonostante l’assoluta disponibilità della Mediterranea Saving Humans ad offrire assistenza in mare, questa sia stata fermata dal Comando delle capitanerie di porto di Roma, le quali hanno comunicato la presa a carico della situazione da parte delle autorità libiche.

È così respinta la possibilità di quasi 200 vite umane di potersi salvare, di poter vivere al sicuro, lontani da guerre e bombardamenti. Respinte le speranze di quelle persone, così come respinti e violati sono, ancora una volta, i loro diritti.

Respingere, espelle, estradare individui verso confini di territori in cui la loro vita e la loro libertà potrebbero essere soggette a minacce e/o pericolo, è per altro una grave violazione della convenzione internazionale.

 La redazione

Credit imagine: Adnkronos 

Print Friendly, PDF & Email

No comments.

Leave a Reply