Vittorio Arrigoni, Vik: in duemila a portare l’ultimo saluto

24 aprile 2011. Più di duemila persone ai funerali di Vittorio Arrigoni, a Bulciago (LC). Il palazzetto dello sport gremito, la sua bara con la bandiera italiana e la bandiera palestinese. Il suo cappello.

Ciao Vittorio Arrigoni, Bulciago 24 aprile 2011

La cerimonia religiosa è tenuta dal parroco don Roberto Crotta e dal vescovo di Gerusalemme, monsignor Hilarion Capucci.
Il parroco di Bulciago sprona i giovani a cercare un ideale per cui spendersi, e con questo ideale dar senso alla vita. Come ha fatto Vittorio Arrigoni, spendendosi per il popolo palestinese, per gli altri. E il monsignor Capucci ricorda il coraggio e l’umanità di Vittorio, e lo vuole cittadino palestinese.

 

Le note di “Bella Ciao” riempiono il palazzetto, tutti cantano. Uno scrosciare di applausi senza fine, lacrime agli occhi.
Dopo la cerimonia religiosa si sono alternate le testimonianze di amici di Vittorio e rappresentanti di diverse associazioni che lavorano in favore dei diritti dei palestinesi.
“Palestina libera”, e ancora applausi.

Molti i sindaci a portare omaggio con la striscia tricolore, ma nessun rappresentante del governo nazionale.

Palazzetto dello Sport gremito di genteTanti ragazzi e ragazzi, ma anche anziani e bimbi: tutti a dare un ultimo saluto a Vik, giovane coraggioso, indipendente, che ha dato la vita per la difesa dei i diritti di altri. La promessa che non sarà dimenticato e la sua battaglia portata avanti. La rivendicazione di indagini sull’omicidio e giustizia.

E la forza di sua madre, Egidia Beretta, sindaca del comune di Bulciago, la lucidità delle sue parole colpiscono e diventa lei stessa un esempio di resistenza.
Quando resistere significa “Restare umani”.

Monica Mazzoleni (La Redazione)

 

Print Friendly, PDF & Email


Monica Mazzoleni, classe 1966, laureata in Scienze Politiche, Metodologia per la ricerca sociale, mi occupo di piccole medie imprese presso un istituto di credito. Dal 1994 sono attivista di Amnesty International. Amo leggere e sono inguaribilmente curiosa di tutto quello che non conosco. Mi diverto a rincorrere il continuo sviluppo delle nuove tecnologie di comunicazione, in particolare i social network.

No comments.

Leave a Reply